Ultima modifica: 13 Marzo 2021

Incontro con Luigi Garlando su “Vai all’Inferno, Dante!”

Venerdì 12 Marzo, benché purtroppo a distanza tramite videoconferenza, la classe 4M ha avuto il piacere di incontrare Luigi Garlando, giornalista e scrittore per l’adolescenza di successo, per un dialogo intenso sul romanzo Vai all’Inferno, Dante! L’iniziativa è stata anche l’avvio della VII edizione bis del Festival “La Vallata dei Libri Bambini”, l’importante evento che coinvolge tantissime scuole avvicinando i più piccoli alle letture di qualità. Già dallo scorso anno scolastico la classe sta infatti lavorando, sotto la supervisione di Roberto Squinzi, sulla letteratura per l’infanzia e l’adolescenza e quest’anno si è cimentata nell’organizzazione di tre incontri con gli autori.

Per questo primo appuntamento, che è stato seguito da altre classi collegate tramite la diretta su Youtube, dopo una parte di lavoro che ha coinvolto tutta la classe, hanno operato in prima linea Alfredo, Alice, Gabriele, Gaia, Giulia M., Michela e Sabrina, che hanno curato ogni fase e ogni dettaglio dell’incontro. A cadenzare il dialogo con Garlando gli studenti hanno proiettato tre scenette tratte dal romanzo che hanno reinterpretato in prima persona, dimostrando creatività e simpatia. La discussione si è rivelata molto interessante e l’autore si è aperto con grande disponibilità, rispondendo alle tante sollecitazioni che spaziavano dalla tecnica compositiva alla scelta degli argomenti, dal tratteggiamento di alcuni personaggi al messaggio di fondo della storia, senza poter fare a meno di concentrarsi sulla personalità di Dante, che Garlando in questo libro fa rivivere sotto panni sicuramente insoliti.

Nonostante qualche difficoltà tecnica, l’incontro è stato piacevole e stimolante e la classe ha dimostrato che il lavoro di preparazione è stato di qualità, raccogliendo la soddisfazione di ricevere i complimenti sia da Garlando stesso sia da Squinzi, che ha saputo ispirare l’impegno degli studenti. Mi pare doveroso cedere a loro la parola per valorizzare le loro impressioni:

Il percorso PCTO conclusosi con l’incontro con l’autore Luigi Garlando è stato l’occasione per metterci in gioco e sviluppare nuove capacità. Abbiamo avuto la possibilità di incontrarci per recitare delle scenette tratte dalla storia raccontata nel libro “Vai all’inferno, Dante!”, sviluppando la nostra creatività e le nostre abilità da “attori” e “registi”. Delineando dettagliatamente l’intervista abbiamo analizzato il libro, tentando di cogliere il maggior numero possibile di aspetti e trovato le parole giuste per interrogare l’autore. Considerando sempre le attitudini e gli interessi di ciascuno di noi abbiamo posto i vari quesiti, cercando di rispettare le sue idee e instaurando un dialogo costruttivo, arricchendo e trattando aspetti che vanno al di là della semplice struttura narrativa. É stato interessante discutere questioni di attualità o interpretazioni dantesche ed è stato costruttivo approfondire i pensieri dell’autore che nel suo libro erano stati trattati solo marginalmente. Ciò ci ha portato a comprendere che ci possono essere più visioni e interpretazioni di uno stesso argomento, come di Dante Alighieri. Leggendo il libro abbiamo visto la sua figura radicalmente trasformata e credo che anche chi non ama il Dante studiato a scuola possa apprezzare questa sua nuova versione moderna. Crediamo anche che tutto ciò ci abbia insegnato ad essere più elastici, organizzando in prima persona un incontro importante e sfruttando al massimo tutti gli elementi che avevamo a disposizione. Riteniamo inoltre che l’esperienza ci abbia permesso di sviluppare anche un certo senso critico, aiutandoci a trovare anche certi limiti e incongruenze all’interno di un romanzo.

Nonostante le tante difficoltà che stiamo affrontando anche durante questo anno scolastico, c’è insomma motivo di essere orgogliosi del bel lavoro che si può continuare a svolgere con gli studenti.

prof. Giorgio Vedovati




Link vai su