Il Programma Erasmus+ VET porta il Romero in Irlanda

L'esperienza di mobilità studentesca nell'ambito del progetto Erasmus+ VET Scuola locale, lavoro globale

Avatar utente

di TERESA NANI

Docente

0

Nei mesi di maggio e giugno 2022 due gruppi di studenti delle classi IV e V dell’indirizzo professionale del nostro Istituto hanno svolto uno stage lavorativo di due settimane in Irlanda.
L’esperienza si è svolta nella città di Cork ed è stata realizzata grazie al finanziamento ottenuto dal progetto “Scuola locale, lavoro globale” 2021-1-IT01-KA122-VET-000035691 nell’ambito del programma Erasmus+ 2020-2027
Gli studenti hanno collaborato con aziende irlandesi, mettendosi alla prova sia per quanto riguarda le competenze professionali sia per le capacità relazionali e linguistiche, dovendo collaborare con il personale irlandese.
L’esperienza è stata ulteriormente arricchita dall’alloggio presso famiglie locali che ha consentito la conoscenza e il confronto con un diverso modo di vivere e il continuo utilizzo della lingua inglese.
Anche l’autonomia e l’intraprendenza degli studenti sono state consolidate e sviluppate dalla necessità quotidiana di raggiungere i diversi luoghi di lavoro e di gestire le dinamiche relazionali con i colleghi e di svolgere i compiti assegnati.
I ragazzi hanno dato prova di grande responsabilità, dimostrandosi attenti, puntuali e impegnati, raccogliendo così gli elogi dei tutor aziendali.
La mobilità internazionale ha consentito agli studenti di ampliare i propri orizzonti culturali, infatti
il tempo libero è stato dedicato alla visita di importanti luoghi storici e naturalistici del paese ospite: Il museo del Titanic a Cobh, Spike Island, il Castello di Blarney e infine la città di Dublino. (foto)
Del gruppo hanno fatto parte alcuni alunni con bisogni speciali che hanno condiviso con i compagni esperienze lavorative e di svago.
E’ stata la prima volta che gli alunni dell’indirizzo professionale hanno avuto la possibilità di vivere questo tipo di esperienza, solitamente riservata agli alunni del liceo linguistico, e si auspica che il progetto possa ripetersi nei prossimi anni scolastici.